Archivi categoria: Blog

La storia dei desk promozionali

Lo stand pop up nasce negli anni ‘90 ed oggi  ha ottenuto la leadership in quanto prodotto di grande diffusione e successo. Il motivo è molto semplice e riguarda soprattutto le aziende che devono partecipare ad una fiera oppure ad un evento promozionale ed hanno bisogno della massima visibilità, utilizzando i desk promozionali, reperibili in diverse misure e forme, ideati appositamente per affrontare tutte le esigenze non solo espositive ma anche di spazio. Interessante è sicuramente il prezzo che permette di realizzare desk promozionali economici di ottima qualità. I desk per fiere sono un esempio di come il prodotto sia eccezionale per presentare prodotti e servizi, e possa anche essere utilizzato come base informativa anche per comunicare il proprio messaggio pubblicitario ed essere visibile a tutti. Sono molto robusti, per questo convincono, sono richiudibili, non sono ingombranti, sono un po’ lo strumento jolly del marketing pubblicitario, sono disponibili nei modelli lamina antigraffio, per restare sempre al top della personalizzazione, soprattutto sono rinnovabili grazie ai pannelli grafici che possono essere cambiati per nuove fiere, promozioni, presentazione dei prodotti e sono acquistabili con la garanzia di qualità. 

Altra caratteristica è che il Il brand del prodotto in promozione viene richiamato in due parti del banchetto promozionale, la parte alta del banchetto permette di restare visibili anche quando ci sono tanti utenti che coprono la parte bassa coprendo il marchio, e sempre la parte bassa,  sfrutta al meglio l’area d’ingombro verticale di appoggio che serve per presentare nel dettaglio la tipologia di promozione e per avere un impatto grafico più memorizzabile e significativo. I desk promozionali portatili sono particolarmente adatti per postazioni dinamiche, soprattutto quando si ha la necessità, in tempi rapidi, di doversi spostarsi durante ogni singolo evento promozionale. Si prestano anche ad allestire veloci touchpoint con i potenziali clienti in varie fasi di una conferenza dove la presenza del proprio brand risulta utile sia all’accoglienza dei visitatori, quindi all’ingresso, durante la zona pausa del rinfresco, o durante anche lo svolgimento dell’evento stesso e nuovamente poi all’uscita della conferenza per intercettare sempre la maggior densità di potenziali clienti. I modelli in commercio sono adatti sia per le manifestazioni interne oppure esterne.

La storia ha fatto sì che oggi sul mercato, non esista un prodotto così completo ed intuitivo, quale i banchetti espositivi promozionali, talmente belli e scenografici da poter competere con tutti i migliori prodotti che fino ad oggi hanno saputo comunicare l’immagine aziendale. Gli anni ci hanno infatti insegnato che esistono tanti modi per allestire uno stand ma che senza ombra di dubbio  la giusta attrezzatura a fare la differenza, in quanto può aiutare a migliorare la riuscita della partecipazione all’evento. Inserendo il proprio messaggio pubblicitario nei desk promozionali, si ottengono però vantaggi che con altri prodotti non risultano essere così immediati.  Il desk infatti non funge solo da bancone promozionale ma diventa anche un’ottima superficie di vendita su cui poter sistemare, in modo visibile, tutto il materiale informativi, oppure i prodotti o gli articoli promozionali. Il desk non convince e non punta solo per l’estetica elegante ed accattivante, ma anche e soprattutto per la rapidità di montaggio senza l’ausilio di utensili. Per mezzo poi delle borse di trasporto per stampa e piano integrati, allestire e programmare tutte le fiere, diventa davvero molto semplice e per nulla costoso.  Ma la cosa più bella ed interessante, è che per cambiare il motivo della grafica, non occorre ordinare un secondo desk, basta solo ordinare una nuova stampa che potrà essere facilmente alternata con le altre a disposizione.

Una scala a chiocciola impossibile

Sulle sponde dell’Elba, si trova il borgo medievale di Torgau, capoluogo del distretto di Nordsachsen, stato di Sachsen, Sassonia. La popolazione di questa piccola cittadina è di circa 20000 abitanti La grande città più vicina è Lipsia, a 50 km. La capitale del Bundesland, Dresda, è a poco più di 100 km e Berlino ne dista 160. La frontiera polacca è a circa 150 km.

Ora che ci siamo collocati geograficamente possiamo iniziare a parlare di alcune particolarità presenti in questa bella cittadina tedesca.

Il fatto più importante accaduto qui e conosciuto oggigiorno, almeno tra gli esperti del tema, è che il 25 aprile del 1945, alla fine della seconda guerra mondiale, le truppe statunitensi e le sovietiche si incontrarono a pochi kilometri da questa città, sulle sponde del fiume, per la prima volta durante la guerra. Continua a leggere

Espositori da banco in cartone: funzione e caratteristiche

Espositori da banco in cartoneGli espositori da banco in genere e gli espositori da banco in cartone, servono per mostrare il prodotto.
Sono la veste perfetta, la cornice perfetta per far risaltare al meglio il prodotto, esaltandone tutte le caratteristiche e le qualità.
Gli espositori da banco presentano diverse caratteristiche, ad esempio sono robusti, facili da montare, divertenti, moderni, originali, e sono anche riciclabili ma soprattutto sono personalizzabili secondo le diverse esigenze.
Gli  espositori da banco non si adattano solo all’esposizione dei prodotti ma anche depliant e materiale pubblicitario di vario genere. Possono essere stampati in quadricromia direttamente sul cartone, forniti nella quantità che desidera il cliente.
Lo scopo degli espositori da banco è quello di migliorare la comunicazione  e l’esposizione dei prodotti e dei materiali informativi sul punto vendita.
Oggi per dare una maggiore qualità si utilizza anche il cartone rivestito o plastificato per dare più qualità di stampa e più resistenza nel tempo. Vengono realizzati con uno o più ripiani, possono essere stampati integralmente o solo nel crowner pubblicitario, realizzati anche in cartone microonda rivestito, con la scelta del numero e della tipologia dei ganci configurabili a piacere.  Si possono scegliere anche gli espositori componibili, oppure rivestiti in vinile, oppure i modelli a vaschetta che presentano uno schienale pubblicitario e una vaschetta portaprodotti abbinata anche ad una tasca portadepliant.
Gli espositori da banco di piccole dimensioni, servono per esporre in maniera efficace tutto ciò che deve sempre risultare a portata di mano per i clienti. Una delle caratteristiche è che questi espositori devono sempre tenere in considerazione tutti i valori imprescindibili inclusi  gli aspetti tecnici ed estetici che ogni nuovo progetto richiede.

Espositori da banco in plexiglas

Gli espositori da banco in plexiglas si possono personalizzare per qualsiasi tipologia di prodotti e  possono essere realizzati in varie forme e dimensioni. Sono fondamentali per la promozione e vendita di prodotti all’interno del punto vendita. Sono realizzati utilizzando plexiglas di vari colori e spessori. Possono essere promozionali per singoli articoli oppure destinati alla vendita di più confezioni. Inoltre si prestano per ogni settore merceologico: moda, oreficeria, ottica, food, tecnologia, servizi, ecc. Si tratta di strutture versatili e di indiscutibile attrazione, che vengono posizionati in punti strategici di forte passaggio di pubblico.
A renderli ancora più attraenti sono i colori, quindi la grafica, le immagini e gli slogan. Per questo rappresentano un valido strumento di comunicazione. Quando catturare l’attenzione del cliente diventa un’esigenza strategica per il successo dell’iniziativa, gli espositori da banco sono un ausilio molto efficace nel destare interesse e stimolare la ricerca di informazioni per l’acquisto.

Espositori da banco online

Gli espositori da banco si possono anche creare con la grafica online, configurando e personalizzando attraverso le proprie grafiche in grado di attirare l’attenzione dei clienti.
Gli e-commerce online permettono a tutti gli utenti di individuare l’espositore da banco più adatto alle proprie esigenze, creare il proprio preventivo personalizzato e completare l’ acquisto direttamente online.

Al servizio del cliente qualità e professionalità per la stampa online di espositori da banco.

Cos’è l’Ortodonzia?

dentosofiaL’Ortodonzia corrisponde alla branca dell’odontoiatria in grado di  correggere la posizione errata di denti e delle mandibole. I denti storti sono molto pericolosi e vanno tenuti sotto controllo perchè oltre ad essere difficili da tenere puliti quando non aderiscono correttamente fra di loro, sono anche a rischio di carie e di malattie parodontali. Oltre a tutto ciò, causano anche stress ai muscoli della masticazione, provocano mal di testa, disturbi all’articolazione temporomandibolare (ATM), dolore al collo, alla schiena e alle spalle. I denti storti e non posizionati correttamente sono anche poco piacevoli dal punto di vista estetico.

Grazie all’Ortodonzia naturale, è possibile avere una bocca più sana, un aspetto più gradevole e denti più duraturi.

Chi ha bisogno dell’ortodonzia?

Il dentista è l’unico che può sapere con certezza chi ha bisogno dell’ortodonzia, ma in linea generale possiamo dire che serve un intervento ortodontico nei casi di:

  • Sovrapposizione del morso, (“denti sporgenti”) – i denti superiori frontali chesporgono troppo rispetto ai denti inferiori;
  • Sporgenza denti Inferiori – i denti inferiori sporgono troppo o quelli superiori sono troppo rientranti;
  • Morso incrociato – i denti superiori non combaciano con i denti inferiori nella chiusura
  • Morso aperto – spazio tra la superficie masticatoria e i denti superiori e/o laterali nella chiusura dei denti posteriori;
  • Linea mediana spostata – il centro dei denti superiori frontali non è in linea con quello dei denti frontali inferiori;
  • Spazi tra denti – spazi tra i denti come risultato di uno o più denti mancanti o di denti troppo piccoli rispetto allo spazio disponibile;
  • Affollamento – presenza di troppi denti nella cresta dentaria.

Quanti tipi di apparecchi esistono per i trattamenti ortodontici?

Ci sono apparecchi fissi e apparecchi mobili, efficaci per per lo spostamento dei denti, per riqualificare i muscoli e stimolare la crescita delle mandibole. Questi apparecchi vengono fissati con una leggera pressione sui denti e sulle mascelle.

Qual è la differenza tra “dentista” e “ortodontista”?

L’Ortodonzia è una specializzazione che compete ad alcuni dentisti. Per diventare ortodontista occorre seguire un percorso formativo di 3 anni dopo la laurea presso le scuole di Ortodonzia, per assicurarsi la massima competenza in tema di problemi di allineamento dentale e malocclusioni, prodotte da anomalie della posizione e dello sviluppo dei denti (disallineamento dentale) e da alterazioni costituzionali delle ossa mascellari e mandibolari.

Uno specialista in ortodonzia si occupa della diagnosi, della prevenzione e del trattamento delle irregolarità dentali e facciali. Per diventare specialista in ortodonzia, dopo la scuola secondaria superiore è necessario frequentare per 5 anni il corso di laurea specialistica in Odontoiatria e protesi dentaria presso la facoltà di Medicina e Chirurgia e successivamente per 3 anni la scuola di Specializzazione in Ortognatodonzia in una delle 19 Scuole Italiane.

Attraverso questa preparazione lo specialista acquisisce tutte le capacità necessarie per muovere i denti e guidare lo sviluppo cranio-facciale.

Esiste anche l’ortodonzia pediatrica?
Si, certamente, rivolta ai bambini, con particolare attenzione alla prevenzione delle lesioni cariose ed alla ricerca della collaborazione dei piccoli pazienti, che si traduce nella accettazione da parte dei bimbi di sottoporsi di buon grado alle eventuali terapie necessarie.

legge 626-94

Un risparmio sui costi da malattie: il 40% delle allergie deriva da virus che si trovano nelle polveri

MILANO Quando un ambiente di lavoro è pulito e sicuro, gli operatori lavorano meglio, producono di più e raggiungono un livello di qualità della vita decisamente più alto. Un ambiente di lavoro ben pulito è un vantaggio per tutti che si ottiene solo grazie all’efficienza, la puntualità e la gentilezza di un’impresa dedita alla soddisfazione dei propri clienti. Il problema della pulizia è, da sempre, un problema di tutti i giorni, per le abitazioni in cui viviamo ma, soprattutto per gli uffici o le aziende dove passiamo gran parte della nostra giornata ed è proprio nei luoghi dì lavoro che diventa sempre più difficile mantenere l’assoluta pulizia in grado di assicurare quelle «condizioni igieniche adeguate» sancite dalla legge 626/94 (sicurezza sul posto di lavoro).

Continua a leggere

nozze amalfi

Queste nozze non si faranno

Progetto di matrimonio fra il giovane milionario e una ragazza nullatenente – Sulla richiesta d’interdizione il Tribunale di Alessandria ha sentenziato concedendo l’inabilitazione I fidanzati tuttavia non potranno sposarsi se non quando altri ostacoli verranno eliminati (Dal nostro inviato speciale) Alessandria, 15 settembre. Milioni e carta bollata: un connubio male assortito. Secondo la signora Ida Ivaldi vedova Ganepa, peggio assortito sarebbe il connubio che il figlio Valerio progetta tra i proprii milioni e la povertà della signorina Giuseppina Rizzo. A questo, la signora Ida Ivaldi ha preferito quello: milioni e carta bollata. La vicenda si è iniziata appunto con un esposto che la signora Ida presentò all’autorità giudiziaria di Alessandria nel maggio 1951 quando ebbe notizia che il figlio Valerio ai primi di giugno avrebbe sposato a Carpeneto la signorina Giuseppina Rizzo. Costei, una graziosa e intelligente ragazza che oggi ha venticinque anni, appartiene a una famiglia di contadini assolutamente priva di milioni. In casa Canepa milioni ve ne sono circa duecento da dividersi — avvenuta nel ’45 la morte del padre, il notaio genovese Biagio Ganepa fra i due figli, avvocato Giorgio e ragioniere Valerio. Continua a leggere